Luigi Ferdinando Marsili

Luigi Ferdinando Marsili

La copia 3D del busto oggetto di un progetto smart

Pubblicato: 17 aprile 2021 | Innovazione e ricerca

La copia 3D del busto del Marsili - il cui originale in marmo è opera dei fratelli Toselli (1766) - fa parte di un progetto di digitalizzazione smart per i musei, condotto, in coordinamento con il Sistema Museale di Ateneo (SMA), da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Architettura. L’obiettivo è stato quello di sviluppare una procedura di riproduzione 3D completamente automatizzata che permette di convertire le fotografie scattate con gli smartphone in accurati modelli digitali.

Il modello digitale del busto è stato ottenuto a partire da 583 fotografie scattate con uno smartphone e, successivamente, corrette radiometricamente per ottenere la massima accuratezza geometrica e la massima fedeltà cromatica del marmo impiegato per la statua. Tale procedimento è basato su un software sviluppato dallo stesso gruppo del Dipartimento di Architettura. Il risultato è dato da una geometria di circa 15 milioni di facce triangolari i cui lati presentano una lunghezza media di circa 3 decimi di millimetro.

A partire dal modello creato da UniBo la replica in scala 1:1 del busto di Marsili è stata ottenuta, con tecnologie di tipo additivo che generano il calco strato dopo strato, dall’azienda Opera 3D.

La stampa 3D è stata consegnata all’Accademia delle Scienze, mentre l'originale rimarrà esposto in collezione permanente presso la sala di architettura militare del Museo di Palazzo Poggi

Torna su