Rigenerazione ambientale e rammendo delle periferie

Matteo Agnoletto dal 2012 è coordinatore del Laboratorio “Ricerca Emilia”, istituito dal Dipartimento di Architettura a seguito del sisma. Il gruppo di ricerca è impegnato a studiare il territorio rurale e le pratiche per una rigenerazione ambientale consapevole. Tra le varie attività ha organizzato la mostra fotografica "Giovanni Chiaramonte. Interno perduto" che si è svolta all'Università di Potsdam, al Festival della Filosofia di Modena, alla sede nazionale del FAI a Milano, alla Facoltà di Architettura di Cesena, alla Rocca di Vignola e alla Hochschule di Monaco di Baviera. Ha curato inoltre la mostra "Architetture padane" dedicata ai territori colpiti dal terremoto. Il Laboratorio “Ricerca Emilia” ha sviluppato una serie di studi sul patrimonio rurale del Comune di Cavezzo, per la progettazione dell'area parrocchiale di San Biagio, per il museo dell'Agricoltura a Gavello.

Dal 2020 è responsabile scientifico del G124, gruppo di lavoro presieduto dal Senatore a vita Renzo Piano per lavorare sul "rammendo delle periferie". Le due unità operative - Laboratorio "Ricerca Emilia" e G124 - svolgono attività coordinata sui territori della Regione Emilia-Romagna.

Responsabile scientifico

Matteo AGNOLETTO

Dottorandi

Simone GHEDUZZI - Laboratorio “Ricerca Emilia”

Rosa GRASSO - Laboratorio  - “Ricerca Emilia”

Borsisti

Alessia COPELLI - G124

Martina CORRADINI - G124

Stefano DAVOLIO - G124

Leo PIRACCINI - G124

Hanno precedentemente fatto parte del gruppo di ricerca

Lea MANZI (Dottorando)

Chiara ZAVATTA (Dottorando)

Fabio LICITRA (Assegnista)

Sabina TATTARA (Assegnista)

Personale di altri Dipartimenti e/o strutture di ricerca coinvolti (gruppi interdipartimentali)

-

Settori ERC del gruppo

SH3 - Environment, Space and Population: Environmental studies, geography, demography, migration, regional and urban studies

SH3_9 - Sviluppo e architettura territoriale, uso del suolo, pianificazione regionale

SH3_10 - Urban studies, regional studies

Torna su